Crea sito
Tre di Spade


Ritorno a Casa

Ritorno a Casa
di Andrea Marinucci Foa

Kor era un’immagine olografica spiaccicata su un monitor circolare. Ogni cosa lì intorno rispecchiava il pi greco.
Kor aveva un colorito azzurro, quella mattina. O pomeriggio. O quel che era. Probabilmente per via del riflesso dell’oblò, che mostrava un pianeta azzurro e verde. “Stiamo compiendo la prima decelerazione in vista del terzo pianeta, Supervisore.”
Il Supervisore Mugin annuì. Per quanto giovane, era stato scelto tra mille candidati per compiere quel viaggio alla ricerca delle origini, in un mondo ormai desolato, colpito da una antica catastrofe che aveva spazzato via ogni forma di vita superiore. Eccetto quei pochi che si trovavano allora nelle colonie, in pianeti lontani anni luce.
Mugin regolò i colori del monitor perché escludessero la distorsione cromatica. Kor era l’avatar del sistema computerizzato dell’astronave, e il Supervisore era un tipo preciso e ordinato. Pretendeva ordine accanto a lui.
“Analisi sulla superficie, Kor?” chiese, appena fu soddisfatto dell’aspetto dell’avatar.
“E’ senza dubbio il pianeta degli Antenati, signore”, fece Kor con un tono compiaciuto. “C’è una enorme biomassa. In massima parte procarioti, molti insetti. Ci sono piante e anche qualche specie di vertebrati.”
Qualcosa non andava. “Vertebrati? Come è possibile?” La Grande Caduta aveva annientato praticamente tutto e gli scienziati erano certi, assolutamente certi, che il pianeta fosse condannato a un futuro di desolazione.
“Abbiamo dei valori che mostrano insediamenti di specie intelligenti”, annunciò la voce di Kor. Il sistema era stato costruito per dare enfasi alle frasi e quella volta superò ogni limite. Se fosse stato programmato per cantare di gioia lo avrebbe fatto. “Grandi e piccole città, strade, ponti…”
“Allora non sono stati spazzati via! Sono sopravvissuti, in qualche modo. Presto, presto, dirigiti verso la più grande città su questo vettore di discesa!”
Era una notizia fantastica. La pelle di Mugin divenne verde dalla soddisfazione. Finalmente la razza dei sauri si sarebbe riunita con gli Antenati perduti, dopo ben 65 milioni di anni di esilio!

Leave a Reply