Promuoversi con storie brevi (seconda puntata)

Questo è il secondo articolo sulla strategia per autopromuoversi, senza pretenziosi “i cinque migliori sistemi per conquistare la galassia a colpi di ebook” o “i dieci sistemi killer per convertire al digitale anche il pitecantropo del piano di sopra e il pesce rosso di zia Berta”, insomma si tratta di qualche consiglio “normale”, da autore semisconosciuto ad autore semisconosciuto. Il primo articolo lo trovate qui.

Buona parte delle promozioni di questo genere partono dal principio “regalo qualcosa ai lettori”, PhotoFunia-1811fc2mentre dall’altra parte il lettore impiega il suo tempo a sfogliare un libro digitale di un perfetto sconosciuto in cerca di pubblicità, il quale non ha neppure passato il vaglio severo di una buona casa editrice e potrebbe aver riempito qualche pagina di storie incomplete e approssimative, poco curate.

Ok, non è il VOSTRO caso. Ma questo il lettore lo scoprirà soltanto a pagina 10 del vostro ebook: un approccio “dall’alto della mia arte regalo qualche briciola ai comuni mortali” non vi aiuterà molto a costruire un bel rapporto con il pubblico. Come il romanzo in vendita, l’ebook promozionale deve essere “per il lettore”.

Quando preparo un ebook promozionale, immagino uno spettacolo e preparo una narrazione con un filo conduttore. Il senso del mio ebook è “intrattenere” (oltre che stimolare la curiosità del lettore per i miei romanzi e portarlo sul mio blog o sulla schermata di Amazon in cui può acquistare con un solo click lo spettacolare romanzo bla bla bla). Il mio percorso è una ricerca di “narrativa popolare”, per cui cercare di costruire uno spettacolo per me è il massimo del divertimento. Non imitatemi, date un senso al vostro ebook promozionale in base alla vostra natura di scrittori, cercate di pensare ai lettori che passeranno del tempo nelle vostre pagine e divertite, fate ridere o piangere, incantate o spaventate, fate sospirare, cullate la curiosità. Un ebook breve dura una mezz’ora, usatela bene.

Se avete caratterizzato l’ebook promozionale, siete già a metà strada. Avete realizzato più di una singola promozione: avete creato un format. Lo aggiusterete nel tempo, farete variazioni, ne uscirete e ci rientrerete, ma vi aiuterà sempre.

Molti ebook promozionali sono spin-off del romanzo principale dell’autore. Lo spin-off è una tecnica che gli autori hanno seguito da sempre (l’Odissea può essere considerata un fortunatissimo spin-off dell’Iliade), ma che oggi è addirittura esplosa grazie alle serie TV, che sono basate principalmente sui personaggi e che quindi approfittano spesso dell’interesse del pubblico verso i non-protagonisti per dare vita ad altre storie, con ambientazioni, premesse o stili differenti ma in qualche modo coerenti con la serie originale. Bisogna fare attenzione con gli spin-off: devono reggersi in piedi da soli, senza che il lettore debba per forza conoscere il racconto originale. A nessun lettore piace una storia incompleta o incomprensibile.

La promozione serve anche a testare la risposta del pubblico alle vostre storie, per cui è una buona occasione per sperimentare quella tecnica che avete sviluppato o quella sfumatura stilistica nuova che non sapete bene se funzionerà o meno. Ricordatevi soltanto che quello che scrivete deve avere un senso per chi legge.

Arrivederci alla terza puntata.