Crea sito
Luce e Ombra


Blog

#NevicanoLibri

L’evento #NevicanoLibri comincerà stanotte, allo scoccare della mezzanotte. #NevicanoLibri ha organizzato la collaborazione di 13 editori e 32 autori indipendenti, con una nevicata di 471 titoli,…

Un viaggio…

Un viaggio nella Canzone della Costa, suoni, immagini, parole
PRIMA PARTE

 

lcdc_copertineNell’immaginare il ciclo della Canzone della Costa, abbiamo contaminato il vecchio genere sword & sorcery con linguaggi e ritmi più moderni. Le vecchie e brevi storie, principalmente quelle di Leiber, Sprague de Camp, Poul Anderson, hanno incantato tre generazioni e poi sono svanite nelle nebbie con il grande successo della fantasy eroica, lasciando un’eco nel gioco di ruolo, nel cinema, nell’illustrazione.
Parafrasando il capolavoro di John Landis, riproporre racconti sword & sorcery, così fuori moda e lontani dai ritmi che governano la narrativa moderna, era un’impresa totalmente insensata e stupida, ma qualcuno doveva pur farlo. I primi racconti della Canzone della Costa sono rimasti 25 anni nel cassetto, ma negli anni altri se ne sono aggiunti e nel momento in cui abbiamo deciso di tirarli fuori era già un ciclo coerente ma eterogeneo, che saltava su e giù dall’ironia all’azione e dalla suspense al sorriso, privo di una unità stilistica come un insieme di canzoni in un concerto folk.

CONTINUA A LEGGERE

Tris di Libri per Natale

Dicembre per molti è il mese del libro: a Natale si vendono, si comprano e talvolta si leggono anche le creature nate dagli sforzi primaverili, estivi e autunnali degli autori, dei curatori ed editori, degli illustratori, degli editor. Tutti vogliono avere qualcosa da proporre a dicembre.
copertinaLa nostra prima proposta è il secondo capitolo della Canzone della Costa, le avventure sword & sorcery di Bran, Llana e Morlon, tra mostri, pirati, stregoni, ladri, assassini, sacerdoti esaltati, governanti inetti e rapaci.
Mandato in “stampa” da un paio di giorni, LUCE e OMBRA dovrebbe essere negli store in versione ebook tra 2-3 settimane, giusto in tempo per decorare d’avventura e divertimento il vostro tablet, lettore o smartphone per Natale. La versione di carta, che odora di carta e che al tatto dà la sensazione familiare della carta, uscirà in seguito. Ma uscirà.

Come il primo volume, TRE di SPADE, il secondo costerà 99 centesimi: la sword & sorcery oggi è un vizio sostenibile.

12234922_649010738535705_1031877430493402021_nLa seconda proposta, LEGGENDE DELLA TAVOLA ROTONDA, edito da I Doni delle Muse, è una antologia di racconti fantasy/storici che sarà disponibile verso il 7 Dicembre.
Curata dalla bravissima Serena Fiandro, propone un percorso accurato di storie che vi incanteranno.

coverbovLa terza proposta è l’antologia BUGIE E VERITA’, edito da EEE e curato da Il Mondo dello Scrittore. Se negli altri c’è il nostro zampino come autori, qui ci siamo limitati a scrivere una breve introduzione e a curarlo insieme con gli altri del MDS, coordinati da Andrea Leonelli e Irma Panova Maino.

Nell’antologia, i dieci racconti gialli, thriller e noir vincitori del concorso.

Di tutti e tre i libri parleremo ancora, e ancora e ancora nei prossimi giorni.

Promuoversi con storie brevi (seconda puntata)

Questo è il secondo articolo sulla strategia per autopromuoversi, senza pretenziosi “i cinque migliori sistemi per conquistare la galassia a colpi di ebook” o “i dieci sistemi killer per convertire al digitale anche il pitecantropo del piano di sopra e il pesce rosso di zia Berta”, insomma si tratta di qualche consiglio “normale”, da autore semisconosciuto ad autore semisconosciuto. Il primo articolo lo trovate qui.

Buona parte delle promozioni di questo genere partono dal principio “regalo qualcosa ai lettori”, PhotoFunia-1811fc2mentre dall’altra parte il lettore impiega il suo tempo a sfogliare un libro digitale di un perfetto sconosciuto in cerca di pubblicità, il quale non ha neppure passato il vaglio severo di una buona casa editrice e potrebbe aver riempito qualche pagina di storie incomplete e approssimative, poco curate.

Ok, non è il VOSTRO caso. Ma questo il lettore lo scoprirà soltanto a pagina 10 del vostro ebook: un approccio “dall’alto della mia arte regalo qualche briciola ai comuni mortali” non vi aiuterà molto a costruire un bel rapporto con il pubblico. Come il romanzo in vendita, l’ebook promozionale deve essere “per il lettore”.

Quando preparo un ebook promozionale, immagino uno spettacolo e preparo una narrazione con un filo conduttore. Il senso del mio ebook è “intrattenere” (oltre che stimolare la curiosità del lettore per i miei romanzi e portarlo sul mio blog o sulla schermata di Amazon in cui può acquistare con un solo click lo spettacolare romanzo bla bla bla). Il mio percorso è una ricerca di “narrativa popolare”, per cui cercare di costruire uno spettacolo per me è il massimo del divertimento. Non imitatemi, date un senso al vostro ebook promozionale in base alla vostra natura di scrittori, cercate di pensare ai lettori che passeranno del tempo nelle vostre pagine e divertite, fate ridere o piangere, incantate o spaventate, fate sospirare, cullate la curiosità. Un ebook breve dura una mezz’ora, usatela bene.

Se avete caratterizzato l’ebook promozionale, siete già a metà strada. Avete realizzato più di una singola promozione: avete creato un format. Lo aggiusterete nel tempo, farete variazioni, ne uscirete e ci rientrerete, ma vi aiuterà sempre.

Molti ebook promozionali sono spin-off del romanzo principale dell’autore. Lo spin-off è una tecnica che gli autori hanno seguito da sempre (l’Odissea può essere considerata un fortunatissimo spin-off dell’Iliade), ma che oggi è addirittura esplosa grazie alle serie TV, che sono basate principalmente sui personaggi e che quindi approfittano spesso dell’interesse del pubblico verso i non-protagonisti per dare vita ad altre storie, con ambientazioni, premesse o stili differenti ma in qualche modo coerenti con la serie originale. Bisogna fare attenzione con gli spin-off: devono reggersi in piedi da soli, senza che il lettore debba per forza conoscere il racconto originale. A nessun lettore piace una storia incompleta o incomprensibile.

La promozione serve anche a testare la risposta del pubblico alle vostre storie, per cui è una buona occasione per sperimentare quella tecnica che avete sviluppato o quella sfumatura stilistica nuova che non sapete bene se funzionerà o meno. Ricordatevi soltanto che quello che scrivete deve avere un senso per chi legge.

Arrivederci alla terza puntata.

Samhain night – di Manuela Leoni

ninestonesclosenight1

Qui seduta
Sotto le stelle
Nel cerchio di pietre
Attendo
Le candele illuminano il cammino

Vieni
Amore mio
In questa notte
Quando il velo è sottile
Tra i mondi

La tua luce
Mi guida
Amore mio
Oltre il velo
Tra i mondi

Vieni
Amore mio
Ho portato per te
Pandolce e miele
E il sacro idromele

Il tuo profumo
E’ il mio faro
Caprifoglio
Sottile ricordo
Dell’estate dorata

Vieni
Per questa notte
Tra le mie braccia
Frementi in attesa
Riposa nel mio calore

Il banchetto
Ci attende
Mangiamo e danziamo
Insieme amore mio
Qui sotto le stelle

Qui tra le tue braccia
Qui tra le mie braccia
Ancora
Per questa notte magica
Amore mio
Amore mio
Nel cerchio incantato
Della danza sacra
I nostri corpi uniti
Celebrano i misteri.

31 ottobre ’15

Un racconto per Samhain

Per augurare a tutti buon Samhain, ecco un racconto scritto a quattro mani l’anno scorso, collegato al nostro ciclo di Jacques Korrigan e ambientato durante l’occupazione tedesca della Francia.

IL SE225NTIERO DI PIERRE
Brano in an
teprima da “Jacques Korrigan e la Pietra di Artù”
di Andrea Marinucci Foa e Manuela Leoni

La giovane donna si lasciò scivolare lentamente, sedendosi a terra. I lunghi capelli neri scarmigliati le ricadevano sul viso pallido e tirato.
“Estela!” la chiamò il vecchio calvo. Impugnava un fucile e aveva una sciarpa verde intorno al collo.
Lei non gli rispose, ma lo guardò con aria esausta.
“Ė chiuso?” la incalzò l’altro, in francese.
Estela annuì brevemente. Poi gli tese il braccio per farsi aiutare.
Il francese le strinse la mano. Era piccola e calda. Gli occhi della spagnola erano scuri come la notte e brillavano di determinazione. Con uno strattone il vecchio la tirò in piedi.
“Tutto bene”, lo rassicurò la ragazza.
“Ti ho coperta con gli altri, ma questo deve essere l’ultimo gruppo!” Il tono dell’uomo non ammetteva repliche. “Ė chiaro?”
Lei si strinse nelle spalle.
Le altre guide, due maquisard dall’aria cupa, stavano conducendo i fuggiaschi verso il vecchio sentiero che s’inoltrava nel bosco. L’autunno aveva dipinto i faggi di giallo e rosso, creando un’esplosione di colori e sfumature.
“Questa strada doveva essere chiusa nel 38”, aggiunse il vecchio.
“Ė una mia responsabilità, Troadec”, tagliò corto lei. Alzò lo sguardo verso il cielo, valutando con occhio esperto le nuvole grigie. Imprecò in spagnolo e si incamminò a passo spedito verso il gruppo, senza curarsi che il vecchio la stesse seguendo.

CONTINUA

Promuoversi con storie brevi (prima puntata)

mT8VifKhfVV3R4tRvkO8Jw_rQuesto è il primo articolo sulla strategia per autopromuoversi, senza pretenziosi “i cinque migliori sistemi per conquistare la galassia a colpi di ebook” o “i dieci sistemi killer per convertire al digitale anche il pitecantropo del piano di sopra e il pesce rosso di zia Berta”, insomma si tratta di qualche consiglio “normale”, da autore semisconosciuto ad autore semisconosciuto.

Per prima cosa, lavorando a un romanzo, una saga, un ciclo, trovo molto utile produrre un po’ di materiale extra, magari un racconto breve o un piccolo spin-off. Qualcosa che sia divertente da scrivere e che si riallacci all’opera principale. Di questi tempi, la soglia di attenzione è sempre più ristretta. Un tempo si parlava dell’esigenza di conquistare il lettore nelle prime cento pagine, in tempi più recenti delle 10 pagine in cui si deciderà se il libro verrà letto o spietatamente abbandonato. Oggi, secondo gli autorevoli consigli di autori “navigati” e guru assortiti dello storytelling, si è più sbrigativi: il destino del libro è appeso all’incipit.

Un libro conquista per i personaggi, per lo stile, per la storia, per l’atmosfera. Viene scelto perché diverte, appassiona o tiene inchiodato il lettore con la suspense (dipende dal genere), emozioni che un paragrafo o due non sempre riescono a destare, per cui la storia breve (quella che non supera la soglia psicologica delle 25 pagine) aiuta molto l’autore a dare un assaggio dell’incantevole atmosfera del suo romanzetto di 1500 pagine, dei personaggi del suo ciclo in quattordici comodi volumi in confezione unica dotata di servosterzo, dell’ambientazione frettolosamente tratta da 22 anni di studi universitari sulla tribù neanderthaliana di Grotta Breuil. Insomma, serve da antipasto ed è tanto più utile quanto più numerose e consistenti sono le portate che seguono.

Una promozione di questo genere a me è stata davvero molto utile, per cui la consiglio spassionatamente a tutti gli autori indipendenti.

La tecnica che trovo più efficace è quella di curare moltissimo questa promozione, trovargli una bella copertina, controllare bene il linguaggio e fare più passaggi di correzione di bozze, studiare bene una quarta di copertina (che negli ebook è il testo che accompagna la copertina negli store), insomma trattare questo mini-ebook come vorreste (o avete voluto) trattare il vostro adorato romanzo. Ai lettori piace essere trattati bene e la cura dei dettagli è un gesto che non passa inosservato agli occhi dei più smaliziati. Alla fine del racconto (o dei racconti) promozionali, si devono mettere sempre due righe per presentare l’autore e l’elenco completo delle pubblicazioni (è ovvio, ma spesso ci si perde proprio sulle cose scontate).

Se vi interessa sapere qualcosa di più su come potreste fare (io non sono un guru e non posso né comunque vorrei mai dirvi come dovreste fare), aspettate la prossima puntata.

La Foresta degli Incanti in ebook

La Foresta degli IncantiDa oggi la seconda edizione di Jacques Korrigan a Brocéliande, dal titolo La Foresta degli Incanti, è finalmente disponibile in ebook. Nei prossimi giorni, verrà distribuita sugli altri store principali e si potrà ordinare anche in cartaceo su Amazon, Youcanprint, Feltrinelli e altri store nazionali.

Amazon, kindle: 1,99 €
Bookrepublic, epub: 1,99 €

Pochissime le modifiche rispetto alla prima edizione: si tratta soprattutto di un aggioramento nella “confezione”, titolo e copertina.

Seconda Edizione

La Foresta degli IncantiJacques Korrigan a Brocéliande, attualmente orfano della distribuzione a causa di intollerabili malfunzionamenti della sua vecchia piattaforma, tornerà disponibile molto presto con la seconda edizione.
Per l’occasione, un titolo più semplice da ricordare, La Foresta degli Incanti, e una copertina nuova ma nessuna modifica del romanzo.
Le novità sono tutte nella distribuzione:
– sarà disponibile in ebook nei principali store nazionali e internazionali, da Amazon a Barnes e Noble in formato kindle e epub.
– sarà disponibile in versione cartacea nei principali store italiani, tra cui Amazon, e si potrà ordinare in 4000 librerie.
– cercheremo di abbassare un poco i prezzi, se sarà tecnicamente possibile. L’ebook sarà in vendita a 1,99 €.

Attenzione: se possedete già una copia della prima edizione, intitolata Jacques Korrigan a Brocéliande, non troverete nulla di nuovo nella Foresta degli Incanti.

Voci d’Autunno

In autunno appuntamento con il seguito di Tre di Spade, il grande ritorno di Bran, Llana e Morlon:

copertinaLUCE E OMBRA: 120 pagine di avventura nel solco della Sword & Sorcery ironica e leggera.
Un romanzo breve ambientato a Vadhe e nelle regioni circostanti, tra cripte piene di trappole, disavventure galanti, duelli e inseguimenti.

Sempre in autunno, inaugurazione del nostro laboratorio sperimentale di narrativa, in modalità Inverse Training® con un alto tasso di disinibita contaminazione tra generi e modelli. Per l’occasione, verrà inaugurato il Manuale di Inverse Training®, sviluppato (a sei mani) con Guido Silipo.

Probabilmente farà capolino prima della fine dell’anno il nostro nuovo personaggio, l’investigatore privato James J. Morgan, in rapidi e rudi racconti noir ambientati nella New York degli inizi del secolo scorso. La prima avventura è color verde-irlanda e si intitola “Il Trifoglio di Giada”.

Per la fantascienza, appuntamento con un racconto su Shira, agente segreto del Mossad ed esperta di intelligenza artificiale alle prese con il solito complotto globale.

E intanto prosegue l’esplorazione di nuovi generi per un futuro meno prossimo: un mistery sentimentale, storie arturiane, un romance tradizionale e molto altro.